Wi Fi gratuito anche ai pazienti della Radioterapia

By admin
In Articoli Home
Ott 22nd, 2018
0 Comments
69 Views

Grazie a un generoso contributo di CAOS onlus abbiamo completato un altro importante obiettivo mettendo a disposizione il WiFi gratuito anche per i pazienti ricoverati nelle camere protette del reparto di Radioterapia dell’Ospedale di Circolo di Varese.
Il Dott. Paolo Antognoni, Direttore S.C. Radioterapia, ha spiegato che “l’estensione del WiFi ai locali della S.C. Radioterapia rappresenta un’opportunità molto importante per i pazienti oncologici nel corso della loro permanenza in radioterapia. In particolare, l’iniziativa porterà beneficio soprattutto ai pazienti in isolamento nelle apposite stanze schermate dopo la somministrazione di terapie radio-metaboliche con isotopi radioattivi per il trattamento dei tumori della tiroide, come pure alle pazienti ricoverate per trattamenti di brachiterapia ginecologica PDR”.

Dobbiamo gratitudine a CAOS Onlus anche e soprattutto per aver compreso a fondo la nostra missione: migliorare la qualità del tempo trascorso dai pazienti nei nostri ospedali. Ci prendiamo cura in questa occasione di persone fragili che per sottoporsi alle cure si trovano a vivere esperienze di solitudine.

Adele Patrini, Presidente di CAOS Onlus, che da sempre ha dimostrato grande sensibilità ed appoggio per i nostri progetti, ha aggiunto: “Multidisciplinarietà, personalizzazione e rete sono i cardini del concetto di cura che vuol essere un modello eccellente di integrazione tra scienza ed umanizzazione. Le Associazioni di volontariato sono parte autorevole di questa evoluzione e, quando operano in sinergica collaborazione, ci permettono di guardare con orgoglio a una sanità innovativa e illuminata.”

Circolo della Bontà_donazione Wifi_radioterapia varese_caos onlus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella foto, da sinistra:

Dott. Paolo Antognoni – Direttore S.C. Radioterapia

Gianni Spartà–Presidente Fondazione Circolo della Bontà Onlus

Adele Patrini–Presidente CAOS Varese Onlus

Giovanna Iula–Caposala Senologia Brest Unit