Cuori Eroi: ottomila euro anti-Covid ai nostri ospedali

By admin
In Articoli Home
Giu 3rd, 2020
0 Comments
136 Views

I Cuori Eroi si sono presentati nella hall dell’ospedale di Circolo di Varese nelle loro maschere di Pirata dei Caraibi, Capitan America, Iron Man, Batman, Black Panther, trascinandosi appresso un foglio arrotolato. Lo hanno svolto facendo un po’ di scenografia e si è capito che era il manifesto di un assegno di ottomila euro: il loro contributo, davvero commovente e prezioso, alla battaglia contro il Coronavirus che tutti ci auguriamo sia sul punto di essere vinta.

Chi sono i Cuori Eroi? Un gruppo di ragazzi che solitamente va a regalare momenti di letizia ai bambini ricoverati negli ospedali, specialmente per malattie oncologiche. Fanno capo all’associazione Nazionale Italiana dell’Amicizia, in Lombardia sono attivi a Varese, a Monza, a Pavia, a Milano: vanno dove c’è da stuzzicare la fantasia, l’allegria, lo svago che funzionano come le medicine. Curano.

“Ma per una volta abbiamo cambiato genere: in questa primavera ci siamo mobilitati per partecipare alla raccolta fondi della Fondazione Circolo della Bontà e questi soldi, ottomila euro, sono il frutto della vendita di uova di Pasqua”, spiega Antonino Galici, capo della brigata dei personaggi dei fumetti di Marvel e della saga di Harry Potter.

Gratitudine di Gianni Spartà, presidente del Circolo della Bontà : “E’ la donazione gioiosamente più commovente perché inattesa e imprevista”. I Cuori Eroi hanno ricevuto la collaborazione della Protezione Civile di Venegono Superiore per la vendita delle uova durante il lockdown. La raccolta della Fondazione degli ospedali dei Sette Laghi ha raggiunto quota 650.000 €.

Circolo della Bontà_Cuori Eroi_Donazione ospedali Varese_Coronavirus_Covid 19_Uova di Pasqua Circolo della Bontà_Cuori Eroi_donazione ospedale varese_8000 euro_nida onlus_coronavirus_asst settelaghi_covid 19

MV Agusta “collauda” l’apparecchiatura donata per l’analisi veloce di tamponi

By admin
In Articoli Home
Mag 26th, 2020
0 Comments
186 Views

“Abbiamo sentito più che l’esigenza, il dovere di aiutare gli ospedali nei quali vanno a curarsi i nostri dipendenti, convinti dell’importanza del capitale umano per un’azienda storica come la nostra e della rilevanza sociale del sistema sanitario messo alle prova dalla pandemia da Coronavirus”.

Così Timur Sardarov, 38 anni, nazionalità russa, ceo di MV Agusta, a conclusione della visita del servizio di microbiologia di Varese, destinatario di una cospicua donazione all’Asst-Sette Laghi attraverso la raccolta di Fondazione Circolo della Bontà. MV Agusta ha acquistato in tempi rapidi un’apparecchiatura che consente l’analisi di una novantina di tamponi per volta e che in questi giorni- dice il professor Fausto Sessa, responsabile del Dipartimento- “ha un ruolo fondamentale nei nostri laboratori per misurare l’entità dei contagi”. Le verifiche danno risposte veloci, mezz’ora dall’inizio degli esami, e in questa fase la questione tempo riveste importanza cruciale.

Timur Sardarov è stato ricevuto dal direttore generale Gianni Bonelli che gli ha spiegato alcuni dettagli di questa emergenza sanitaria affrontata – ha detto – “con risultati soddisfacenti nel nostro territorio”. Su 13.066 tamponi effettuati dal Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale di Circolo nel periodo che va dal 17 marzo al 17 maggio ne sono risultati positivi 2246 ovvero il 17,2% del totale. Nel periodo di picco corrispondente alla seconda metà di marzo la media dei positivi sfiorava il 40%. Ciò conferma che il contagio è finalmente in ritirata. “MV Agusta, oggi controllata dalla famiglia di Timur Sardov, ha raccolto l’appello del Circolo della Bontà e compreso con esemplare spirito di partecipazione quanto la sanità pubblica torni ad avere bisogno del contributo del capitale privato per svolgere il suo ruolo fondamentale”, commenta Gianni Spartà, presidente della Fondazione. “D’aver favorito questo collegamento attraverso la nostra raccolta fondi siamo orgogliosi e onorati”.

donazione circolo della bontà_tamponi_covid 19_ospedale varese_test coronavirus

Orgoglio Varese e il SognoCheVa Donano contribuiscono alla raccolta fondi #prenditicuradichiticura

By admin
In Articoli Home
Mag 23rd, 2020
0 Comments
157 Views

‘A volte si vince, a volte si perde, ma in tutte le sfide si impara’. Questa è
la frase di apertura del nuovo sito di Orgoglio Varese: essa esprime il fondamento dei numerosi e
importanti valori dello sport messi al servizio, in questo momento, degli ospedali di Asst-Sette
Laghi e in particolare della divisione di Infettivologia diretta dal professor Paolo Grossi, chiamato,
tra l’altro, a dare la propria collaborazione a un comitato tecnico costituito dalla Regione
Lombardia.
La pandemia ha stravolto le nostre vite, ci ha obbligato a cambiare abitudini, a riorganizzare la
condivisione dello spazio, ha generato una maggiore distanza che non significa indifferenza ma, al
contrario, responsabile vicinanza ai professionisti della sanità sul territorio varesino.
Orgoglio Varese e IlSognoCheVa – format di incontri, incubatore di idee e progetti su temi sociali e
di attualità politica, ideato dal Cav. Rosario Rasizza – in sinergia con la Fondazione Circolo della
Bontà hanno acquistato e donato un prezioso ecografo del valore di quarantamila euro che nei
prossimi giorni servirà a curare pazienti critici. Rinsaldare e sviluppare i legami tra la città e
l’istituzione ospedaliera è il messaggio di questa iniziativa: l’eco0grafo servirà infatti a integrare le
più moderne tecnologie e a gestire veloci risposte diagnostiche.
“Questa donazione rappresenta un’opportunità per ricordare alle persone che siamo tutti una
squadra: stiamo affrontando un nemico temibile e agguerrito, certo, ma noi non siamo da meno –
afferma il Cavaliere Rosario Rasizza. Non è retorica: insieme ce la possiamo fare. In questo
momento di grande difficoltà è fondamentale quindi offrire sostegno e supporto a chi è in campo a
disputare direttamente questa partita. A tutto il personale sanitario della nostra Provincia e in
particolare all’équipe del Dipartimento Malattie Infettive dell’Ospedale di Circolo di Varese,
capitanata del Professor Paolo Grossi va la nostra riconoscenza. Un grazie sentito va inoltre a
Gianni Spartà Presidente della Fondazione che ha permesso in tempi brevi di renderci utili”.

donazione ecografo ospedale circolo varese_prof grossi_circolo della bontà_emergenza coronavirus_rosario rasizza donazione ecografo ospedale circolo varese_prof grossi_circolo della bontà_emergenza coronavirus_orgoglio varese_il sogno che va

 

DONA IL TUO 5XMILLE E METTI IN CIRCOLO LA BONTA’

By admin
In Articoli Home
Mag 8th, 2020
0 Comments
1977 Views

Il 5×1000 rappresenta una quota dell’imposta IRPEF che il cittadino già versa abitualmente e che lo Stato ripartisce tra gli enti che svolgono attività socialmente rilevanti sulla base delle indicazioni che i contribuenti inseriscono nella propria dichiarazione dei redditi.

Indicando la tua scelta sul 730, sul modello Unico o sul CUD indirizzi una piccola parte delle tasse che già paghi a un beneficiario di tua scelta.

Per farlo è sufficiente firmare nello spazio dedicato alle “Associazioni non lucrative di utilità sociale – Onlus” e riportare il codice fiscale dell’organizzazione che intendi sostenere.

Modello-730-precompilato-con-codice-fiscale-circolo della bontà onlus-donazione-5x1000

In alternativa puoi prendere nota del codice fiscale e indicarlo al CAF che ti offre assistenza fiscale o al tuo commercialista.

Il tuo gesto per noi può rappresentare molto e può permetterci di portare a compimento molti progetti dedicati ai pazienti ricoverati nei nostri Ospedali.

Segnati il nostro CODICE FISCALE 95074300120 e metti in circolo la bontà.

Grazie!